Lettori fissi

domenica 7 settembre 2014

Parure "Hibiscus"

Nuovo lavoro di qualche tempo fa e per il quale solo ora trovo il tempo per la pubblicazione. Si tratta di un lavoro su commissione: una parure con protagonista il fiore dell'ibisco nella tonalità del lilla. Il fiore è realizzato in pasta polimerica con l'aggiunta di microsfere dorate sul pistillo centrale. La goccia pendente è in cristallo AB. Il montaggio è realizzato con nastrini di raso verde che riprendono la tonalità delle foglie. La lunghezza della collana è poco più di u  girocollo. In abbinamento gli orecchini.

                                                                  


















domenica 24 agosto 2014

Collana "Blu Note"

Nuova collana realizzata per un compleanno. La struttura è in filo di rame saldato e martellato. All' interno della cornice la base è realizzata in pasta polimerica, colorata con pigmenti perlati per esaltare la composizione floreale fatta di perle di fiume e cristalli AB. Alla base della composizione una goccia di cristallo. Il montaggio è realizzato con un doppio passaggio di coda di topo in tinta. 
Rimarrà un pezzo UNICO.










sabato 23 agosto 2014

Parure "Malachite" - anello e orecchini

Nuovo post dedicato ad un "esperimento". Amo particolarmente il rame e il colore caldo che lo caratterizza. Mi è capitato di visitare molti blog che lavorano sapientemente questo metallo creando gioielli fantastici. Uno di questi è quello della mia amica Aldina. Per una curiosa come me, come non restare affascinata da questa tecnica? E allora prova e riprova è nata questa parure che abbina Malachite e Rame, due elementi naturali con la stessa origine. QUI troverete notizie molto interessanti sulla Malachite e i suoi poteri benefici per l'organismo.
Ho utilizzato pietre rettangolari e perle. Il filo di rame martellato ha l'aspetto di un nastro che con i suoi "riccioli" avvolge le pietre. L'anello è regolabile.
E' DISPONIBILE ed è un pezzo UNICO.


                                   



















martedì 12 agosto 2014

Ciondolo " SHELL"

Nuovo lavoro su commissione. 
Si tratta di un ciondolo realizzato sulla base di una "fetta" di conchiglia proveniente dal Sudafrica, fornita dalla committente. In realtà la committente aveva acquistato già in passato gli orecchini che potrete rivedere QUI e quindi quale migliore occasione dell'estate finalmente decollata per realizzare un monile che ne celebrasse i "fasti marini" ?  
Ecco dunque il ciondolo Shell, realizzato utilizzando chips di ametista,avventurina e di peridoto, insieme a perle di fiume di vari colori, perle di amazzonite e acqua marina milk, di agata e turchese, con elementi in argento. 
Inutile dire che è stato immediatamente indossato con gli orecchini ^_^
NON E' REPLICABILE a meno che io non faccia un viaggio in Sudafrica *__*


                                                       









giovedì 17 luglio 2014

Carebbean sea - Un gioiello - due versioni

Eccomi di ritorno. Ultimamente mi sembra di essere un'ape che ronza....entro e esco dal blog...quando posso...quando riesco a realizzare,fotografare e pubblicare qualcosa....
Quelli presentati oggi sono due gioielli che nascono dalla stessa ispirazione e si propongono in due diverse versioni. Entrambe sono ispirati allo stile Liberty e rivisitati con un tema decisamente estivo dato sia dai colori, sia dai vari componenti presenti nei pendenti sia dal fatto che sono stati creati per due amiche con le quali condivido ormai da un po' di tempo gli swap stagionali: Anna e Natalia, due creative di grande talento. Ed ecco dunque due parure ispirate ai mari caraibici.
Entrambe i gioielli sono realizzati sulla base di miei disegni. Il filo dorato usato per la cornice è piegato, saldato e martellato. All'interno è stata creata una base in pasta polimerica sulla quale sono stati adagiati un corallo, delle rocce, perle d'acqua dolce, alcune microconchiglie e microbolle di vetro. La collana è arricchita con cristalli che ricordano il colore dell' acqua dei mari caraibici. Entrambe i gioielli sono accompagnati da un paio di orecchini che richiamano la collana. 


                                                                 



























domenica 13 luglio 2014

Collier "Rododendro"

Nuovo collier realizzato già qualche tempo fa su commissione, ma presentato solo oggi a causa di una serie di impegni familiari.
Si tratta di un gioiello realizzato su richiesta della committente, amante dei fiori di montagna. Ecco qui dunque il collier Rododendro. 

" Il significato del rododendro, considerato il re degli arbusti tra le piante da fiore sempreverdi dei paesaggi temperati, è un simbolo di eleganza, di bellezza e di temperanza in virtù della moderazione. Nel linguaggio dei fiori, è anche il fiore per suggerire cautela in vista di insidie, dettata dalla tossicità di alcune specie di rododendro. Nativo sull'Himalaya e nell’Asia sud-orientale, il ‘rododendro’ (letteralmente ‘albero delle rose’, dal greco ‘rhodon’, 'rosa', e ‘dendron’, 'albero') venne classificato scientificamente per la prima volta nel XVI secolo dal botanico francese naturalizzato olandese Charles l'Ecluse (1526-1609). La prima specie di rododendro – detta ‘rosa alpina’ per la provenienza dalle Alpi dell'Europa centrale – fu introdotta e coltivata in Gran Bretagna nel 1656; nel 1736, fu importata in America dall'Inghilterra in seguito a un accordo commerciale tra l'inglese Peter Collinson e il botanico coltivatore americano John Bartram. Qui qualche notizia in più."

                                                       




Il gioiello ispirato alle eleganti linee Liberty, è un mio disegno, è realizzato su una base di filo dorato martellato, sulla quale sono stati adagiati i fiori di Rododendro in pasta polimerica, in una tonalità accesa di rosa. Alla base del pendente, una goccia di agata in tinta.


                                                                          













lunedì 30 giugno 2014

"Restyling" e risoluzione di qualche problema

Oggi vi mostro le foto di qualche restyling di bijoux che avevo nel cassetto da un po'. Mi scuso per la qualità delle foto. Purtroppo sono state fatte di corsa e con una macchinetta presa in prestito. 
Il primo intervento è stato eseguito su una vecchia collana di perle di bigiotteria degli anni '50 firmata Monet, in ottime condizioni, alla quale ho assemblato una spilla dello stesso periodo in filigrana d'argento ricordo di un viaggio. Ne è uscito fuori un semplice ma elegante girocollo. Dovendo modificare la chiusura portandola sul davanti non potevo mettere un classico moschettone che avrebbe inevitabilmente guastato l'armonia della collana, quindi ho sostituito alla chiusura originale una piccola chiusura a calamita che facilita l'apertura e la chiusura e rimane nascosta sotto al fiocco. Cliente soddisfatta!  ^_^


                                                          








Il secondo intervento è stato fatto utilizzando delle perle di corallo che la committente aveva ricevuto da bambina al suo battesimo. I coralli non erano sufficienti per creare nulla di più che questo paio di orecchini. Ho realizzato due basi con del filo dorato martellato e incurvato alle quali ho agganciato i coralli e alcune perle di fiume che danno luce. Cliente soddisfatta!




Nel caso di questi orecchini invece ho dovuto ovviare ad un problema legato al buco del lobo di questa cliente alla quale erano stati fatti male da bambina, erano un po' più lunghi. Questo fatto le ha impedito per diverso tempo di poter indossare qualunque orecchino le fosse piaciuto. Ecco la mia soluzione per lei. Due paia di orecchini: i primi realizzati con un filo argentato martellato e incurvato al quale è stata agganciata una catenella con una perla d'agata verde pendente. Questo tipo di intreccio è volto a camuffare il buco allungato.




Il secondo paio un pochino più elegante e decisamente più corto è realizzato con un filo dorato martellato e incurvato alla cui estremità è stata posta una goccia di amazzonite. Entrambe le coppie di orecchini hanno una chiusura a perno.



Orecchino indossato dalla cliente



domenica 29 giugno 2014

Orecchini "Topazio blu"

Post veloce per presentare un paio di orecchini dalle linee semplici e sinuose. Realizzati su mio disegno, con filo dorato inalterabile, incurvato e martellato. Protagoniste due bellissime gocce di topazio blu trasparentissime. Sono un pezzo unico e....sono già stati prenotati.







lunedì 16 giugno 2014

Collana "Anemoni"

Nuovo, rapidissimo post a causa di una connessione ballerina, telefono compreso, che in questi giorni mi ha dato non pochi problemi.
Vi presento oggi una collana in stile Art Nouveau nata per ringraziare chi mi segue anche sulla mia fanpage di facebook. E' nata di getto, pochi rapidi schizzi, veloci tratti di matita accolti su un brogliaccio, hanno visto la nascita di questo nuovo bijoux che, per estrazione, ha raggiunto una gentile signora del sud.
La struttura del gioiello è in filo dorato, martellato e saldato. I fiori sono in pasta polimerica con l'aggiunta di strass e microsfere all'interno di ciascuna corolla. I colori sono stati definiti da qualcuno un "azzardo cromatico" ma a me piacevano così, come ce li dona la natura: vivaci, semplici, coloratissimi. Ho completato il montaggio con una perla d'acqua dolce che dà luce alla composizione. E' realizzato su mio disegno esclusivo ed è un pezzo UNICO.


                                                                       













domenica 8 giugno 2014

Parure "Forget me not" - "Non ti scordar di me"

Come vola il tempo.....è quasi passato un mese dal mio ultimo post! Rimedio subito....
La parure che presento oggi è stata realizzata su commissione. Unici indizi della committente sono stati: base in rame o argento e blu nella composizione. Pensa pensa....schizzando e disegnando pian piano è nata l'idea. Non volevo un blu che fosse cupo, desideravo qualcosa di gentile ma raffinato, qualcosa  di delicato e semplice allo stesso tempo. L'idea era quella di creare qualcosa che ricordasse i vecchi disegni botanici abbinato al mia amata Art Nouveau. Ed ecco nascere la parure con protagonista il Non ti scordar di me. 


Quanti fiorellini di questi ho raccolto da bambina!! 



Anche il Non ti scordar di me ha un suo significato con relative leggende:



Minuscolo e delicato fiore selvatico dai petali azzurro intenso, il non ti scordar di me (Myosotis) è sempre stato considerato simbolo del ricordo, dell’amore e della speranza; sboccia in primavera sulla cosiddetta ‘erba dell’amore’, una piantina che cresce in basso, appartata e poco appariscente, in luoghi umidi e ombrosi, selvatica nei boschi o coltivata nei giardini. Durante l’epoca vittoriana (1837-1901), l’interpretazione del linguaggio dei fiori lo collegò alla fedeltà del vero sentimento amoroso duraturo e indimenticabile, motivo per cui il myosotis adornava l’abbigliamento delle donne innamorate. Sono comunque numerose le leggende fiorite sull’origine del non ti scordar di me. E’ popolare la credenza che il primo di questi fiorellini sia nato per intervento di Gesù Bambino che, seduto in grembo alla Madonna, disse che desiderava che i propri occhi potessero essere visti dalle generazioni future: sfiorò prima questi, poi il terreno e apparve il non ti scordare di me. (fonte la rete)



La base della collana è realizzata con filo di rame martellato e saldato. Le foglie e i fiori sono in pasta polimerica, in particolare i fiori sono creati con la tecnica delle canes (....ahimé non sono molto ferrata nell' utilizzo di questa tecnica....) che conferisce ad ogni singolo petalo delle venature. La goccia che completa il pendente è in cristallo viola scuro. Per gli orecchini invece ho utilizzato delle piccole filigrane sulle quali ho poggiato una foglia e un fiore, completando poi la composizione con una goccia di cristallo dello stesso tipo di quella del pendente. Al momento non è replicabile.